Forio isola d’Ischia, il problema dei rifiuti è un problema di tutti

Comitato Cittadino dell’Isola d’Ischia per la Difesa del Territorio e la Promozione di Politiche Alternative per la Gestione dei Rifiuti

Incontro pubblico: lunedì 2 giugno alle ore 10.00 presso la sala polifunzionale di via S. Antonio Abate a Foriodsc_0005.jpg

Sembra incredibile ma a Forio la raccolta differenziata non ha mai smesso di essere in vigore. Il problema è che nessuno dei cittadini foriani se n’è accorto, e purtroppo non se ne sono accorti nemmeno i numerosi turisti che hanno cominciato a popolare le nostre strade e le nostre spiagge. Se da un punto di vista normativo l’amministrazione non teme d’incorrere in quanto previsto dall’art. 11 del decreto legge n.90 del 23 maggio 2008, che ai commi 1 e 2 quantifica le maggiorazioni sulle tariffe di smaltimento dei rifiuti indifferenziati qualora non vengano raggiunte le percentuali minime previste e prevede la nomina di commissari ad acta nei confronti delle amministrazioni manchevoli; da un punto di vista pratico, le mancanze della nuova amministrazione sono fin troppo evidenti. Ciò che più di tutto emerge chiaramente è la totale mancanza di informazione data ai cittadini, quasi che le difficoltà che pure, riconoscendole la buona fede, l’amministrazione può incontrare in questo momento d’emergenza, non siano d’interesse pubblico, non rientrino nella sfera d’interesse del comune cittadino. E’ a tutti evidente quanto questo sia un atteggiamento assai poco opportuno e molto, molto controproducente. Il citato decreto, quello per intenderci che stabilisce le localizzazioni delle discariche in Campania, ed impone il termine del periodo di emergenza la 31 dicembre 2009, è molto chiaro su quanto compete ai sindaci ed alle amministrazioni del territorio campano e prevede una serie di iniziative che molto opportunamente il nostro Sindaco, potrebbe e dovrebbe adottare. La stagione turistica oramai iniziata non consente di nascondere la testa sotto la sabbia né suggerisce giochi di prestigio. Alla soluzione del problema rifiuti a Forio, deve sentirsi chiamata l’intera cittadinanza con uno spirito di assoluta collaborazione e trasparenza.

E’ con questo spirito che il Comitato Cittadino dell’Isola d’Ischia per la Tutela del Territorio e la Promozione di Politiche Alternative alla Gestione dei Rifiuti, presenta alcune chiare e fattibili proposte:

  • La nomina del difensore civico (art.31 dello stauto comunale) che in questa situazione di emergenza possa rappresentare lo strumento di controllo diretto ed immediato per il cittadino sul tema dei rifiuti,

  • La promozione di incontri pubblici rionali, allo scopo di sviscerare i problemi peculiari di ciascuna zona del territorio, al fine di individuare le metodiche più opportune per consentire una corretta raccolta differenziata

  • L’invito ai giovani foriani a diventare parte attiva nella politica di educazione ambientale, formandoli con l’ausilio di associazioni ambientaliste riconosciute (legambiente, wwf, etc) e preparandoli con il tutoraggio degli addetti della società preposta al ritiro rifiuti, a poter diventare informatori della cittadinanza, riconoscendo loro un ruolo importante di crescita civica e di rilievo nella vita del proprio territorio

  • La promozione seria del compostaggio domestico per il rifiuto umido

  • L’individuazione di un sito da adibire a piattaforma ecologica per lo stoccaggio della quota differenziata, che sia certa e compiuta in tempi brevissimi, ed abbia come obiettivo la tutela della cittadinanza e non la salvaguardia di interessi particolari.

  • La distribuzione di sporte per la spesa in tela e riutilizzabili, magari con il logo del Comune ed in concerto con le associazioni di categoria: commercianti ed albergatori, per dimostrare concretamente, anche agli ospiti del nostro paese che siamo concretamente sensibili all’emergenza in cui viviamo.

  • La promozione concreta di iniziative per disincentivare l’utilizzo di beni “usa e getta”, anticipando l’azione del presidente della Provincia secondo quanto previsto anche dal citato decreto

  • La concreta volontà di individuare il giusto percorso che conduca ad una univoca, e non necessariamente unica, regia per la raccolta differenziata sull’intera isola d’Ischia.

Il Comitato Cittadino dell’Isola d’Ischia per la Tutela del Territorio e la Promozione di Politiche Alternative alla Gestione dei Rifiuti, sostenuto dall’associazione La Casa di Tutti, promuove un incontro pubblico per lunedì 2 giugno alle ore 10.00 presso la sala polifunzionale di via S. Antonio Abate a Forio, in cui la cittadinanza, le associazioni culturali e quelle di categoria, le aziende addette alla raccolta e l’amministrazione possano trovare un percorso virtuoso che allontani dallo stato d’emergenza e riporti la situazione rifiuti entro i limiti di un sano e corretto vivere civile.

Il Presidente

Nadia De Siano

tel.: 340 7080595 – e-mail: rifiuti@ischia.it

A proposito dell'autore

Redazione Ischia.it Il portale dell'Isola d'Ischia