Carnevale 2009 Forio isola d’Ischia

Carnevale 2009  Forio isola d’Ischia

Il Carnevale foriano, malgrado la crisi che ci attanaglia sempre di più, ed il DSC_0720.JPGgradimento che viene meno ogni anno, segue un percorso in controtendenza, iniziando due giorni prima, ripristinando in parte, una vecchia tradizione foriana, che io da bambino ricordo con piacere. Difatti, due domeniche prima del Carnevale, verso il vespro, passeggiavano per il centro tante maschere, sempre in modo furtivo, cercando di evitare quando più possibile gli impiccioni di rito. Poi tutto svanì e fu concentrato  nell’ultimo giorno nel Carnevale di Monterone, che quest’anno ha raggiunto i trenta anni. Domenica 22 febbraio, da una bella idea di Nando Barone, presidente dell’associazione il Torrione, insieme all’Associazione Vicoli Saraceni, alle Carucce & Co. e con la collaboarazione dell’Ascom Forio, con il patrocinio del Comune di Forio, è venuto fuori ” Aspettando Carnevale“, che è iniziato sin dalla mattina, con sfilate di maschere di bambini, per proseguire nel pomeriggio fino a sera inoltrata.Il Carnevale foriano, malgrado la crisi che ci attanaglia sempre di più, ed il DSC_0720.JPGgradimento che viene meno ogni anno, segue un percorso in controtendenza, iniziando due giorni prima, ripristinando in parte, una vecchia tradizione foriana, che io da bambino ricordo con piacere. Difatti, due domeniche prima del Carnevale, verso il vespro, passeggiavano per il centro tante maschere, sempre in modo furtivo, cercando di evitare quando più possibile gli impiccioni di rito. Poi tutto svanì e fu concentrato  nell’ultimo giorno nel Carnevale di Monterone, che quest’anno ha raggiunto i trenta anni. Domenica 22 febbraio, da una bella idea di Nando Barone, presidente dell’associazione il Torrione, insieme all’Associazione Vicoli Saraceni, alle Carucce & Co. e con la collaboarazione dell’Ascom Forio, con il patrocinio del Comune di Forio, è venuto fuori ” Aspettando Carnevale“, che è iniziato sin dalla mattina, con sfilate di maschere di bambini, per proseguire nel pomeriggio fino a sera inoltrata.

Un bel contenitore  fatto di giochi in piazza con la presenza di tanta gente, che malgrado il freddo pungente, non ha voluto mancare. Ci sono stati dei trampolieri che hanno distribuito, dall’alto della loro bellezza, tanti gadgets che hanno  reso felici tanti con dei bei cappelli da mago e tanto altro. Verso le 18, sul grande palco allestito nella Piazza  Matteotti si è tenuto un interessante spettacolo aperto dalla brava e simpatica Angela Boria, sempre più DSC_0725.JPGconvincente e di sicuro avvenire. Sono seguiti giochi a premi con relative estrazioni di biglietti vincenti. Ospite d’onore il sempre presente tenore Nello Di Maio, che ha eseguito bellissime canzoni dell’indimenticato Frank Sinatra. A seguire, ancora tante canzoni eseguite da giovanissimi locali, quali Amelia Lombardi, Vincenzo d’Anna,  Stefania Ristoro, Maria Luisa Mattera, che si è esibita anche in un riuscito balletto. Il bravissimo e giovanissimo Francesco Colella, ha presentato la nuova canzone del M° Capasso, “Mia”, che è stata molto applaudita, talmente è bella ed orecchiabile. A seguire tante altre scenette e balli eseguiti dal gruppo di Enzo Dima, con appassionanti note di latino-americano che hanno riscaldato il pubblico. Anche Diego Triunfo ed i suoi ballerini non sono stati da meno. A condurre queste lunga kermesse, di quasi sei ore di durata, Anna Castagna, la bella e brava conduttrice, una delle fondatrici delle “Carucce & Co.”, che alla fine della serata era quasi afona.

Due giorni dopo, Carnevale appunto, siamo passati nel festeggiare degnamente  la XXX Edizione di Monterone, che da quattro anni, grazie alla sapiente regia di Gaetano Maschio, vede coinvolto l’intero Comune di Forio, e si spera, un domani non molto lontano, l’intera Isola. Bella ed DSC_0283.JPGintelligente la pensata del Trofeo delle Contrade, che vede sempre di più impegnati artisti locali, molti dei quali esordienti, in delle belle e sane gare di balli, canti, cabaret che coinvolgono il pubblico e rendono la manifestazione più seguita che mai. Io negli ultimi tempi, non è che abbia visto in giro tanta roba migliore. Sicuramente occorrono più fondi per rendere i carri allegorici più numerosi e meglio rifiniti, ed a tal proposito invitiamo la nostra amministrazione comunale  a rendersi più parte attiva a reperire fondi per queste manifestazioni che attirano tanti giovani, che possono sentirsi protagonisti attivi nel loro tessuto sociale. In alcune foto, Scan10009.JPGsono pubblicate tutte le classifiche ed i partecipanti alle varie gare. Ci sono da sottolineare le bellissime gare antiche  del biberon, vinta da Ciro “bijou” Castaldi e l’altra degli spaghetti, vinta dal fratello Luigi, dei veri piranias! Seguitissima, anche la esibizione del grande artista napoletano Giorgio nel suo Coccobello Show, con canzoni di successo rielaborate per le sue simpatiche gags con  personaggi allegri con il classico humor napoletano.Tutta la serata è stata presentata dal nostro grande artista Gaetano Maschio, che come sempre profonde tante energie, affinchè i suoi spettacoli abbiano un grande successo di critica e di pubblico. In tante circostanze, lo sappiamo, non è facile mettere d’accordo gli uni e gli altri e spesso non vanno di pari passo, ma con lui in scena, fanno un’eccezione, riuscendo nell’impresa ardua, di accontentare tutti i palati. Io mi sono divertito un mondo, ed insieme a me tantissima gente, che malgrado la temperatura non proprio primaverile, ha voluto esserci e non ha fatto mancare il suo calore e la sua intensa partecipazione. Fortunatamente, grazie anche a gente come Luigi Monichetti, Bartolo Regine, Franco Mattera, Vincenzo Magnanimo, Giuseppe Giamminelli e tantissimi altri che DSC_0227.JPGriempirebbero la pagina, sono sicuro che il Carnevale di Monterone-Forio durerà ancora per tanti anni, augurandomi, come dicevo pocanzi, che riesca a coinvolgere l’intera Isola, sognando una grande sfilata di carri allegorici che si facessero un bel giro dell’Isola, come tanti anni fa avvenne per il Carro “Bacco” impersonato dal grande Timbò ed ideato da Aldo Pagliacci, il grande pittore, che bello!

Un bel contenitore  fatto di giochi in piazza con la presenza di tanta gente, che malgrado il freddo pungente, non ha voluto mancare. Ci sono stati dei trampolieri che hanno distribuito, dall’alto della loro bellezza, tanti gadgets che hanno  reso felici tanti con dei bei cappelli da mago e tanto altro. Verso le 18, sul grande palco allestito nella Piazza  Matteotti si è tenuto un interessante spettacolo aperto dalla brava e simpatica Angela Boria, sempre più DSC_0725.JPGconvincente e di sicuro avvenire. Sono seguiti giochi a premi con relative estrazioni di biglietti vincenti. Ospite d’onore il sempre presente tenore Nello Di Maio, che ha eseguito bellissime canzoni dell’indimenticato Frank Sinatra. A seguire, ancora tante canzoni eseguite da giovanissimi locali, quali Amelia Lombardi, Vincenzo d’Anna,  Stefania Ristoro, Maria Luisa Mattera, che si è esibita anche in un riuscito balletto. Il bravissimo e giovanissimo Francesco Colella, ha presentato la nuova canzone del M° Capasso, “Mia”, che è stata molto applaudita, talmente è bella ed orecchiabile. A seguire tante altre scenette e balli eseguiti dal gruppo di Enzo Dima, con appassionanti note di latino-americano che hanno riscaldato il pubblico. Anche Diego Triunfo ed i suoi ballerini non sono stati da meno. A condurre queste lunga kermesse, di quasi sei ore di durata, Anna Castagna, la bella e brava conduttrice, una delle fondatrici delle “Carucce & Co.”, che alla fine della serata era quasi afona.

Due giorni dopo, Carnevale appunto, siamo passati nel festeggiare degnamente  la XXX Edizione di Monterone, che da quattro anni, grazie alla sapiente regia di Gaetano Maschio, vede coinvolto l’intero Comune di Forio, e si spera, un domani non molto lontano, l’intera Isola. Bella ed DSC_0283.JPGintelligente la pensata del Trofeo delle Contrade, che vede sempre di più impegnati artisti locali, molti dei quali esordienti, in delle belle e sane gare di balli, canti, cabaret che coinvolgono il pubblico e rendono la manifestazione più seguita che mai. Io negli ultimi tempi, non è che abbia visto in giro tanta roba migliore. Sicuramente occorrono più fondi per rendere i carri allegorici più numerosi e meglio rifiniti, ed a tal proposito invitiamo la nostra amministrazione comunale  a rendersi più parte attiva a reperire fondi per queste manifestazioni che attirano tanti giovani, che possono sentirsi protagonisti attivi nel loro tessuto sociale. In alcune foto, Scan10009.JPGsono pubblicate tutte le classifiche ed i partecipanti alle varie gare. Ci sono da sottolineare le bellissime gare antiche  del biberon, vinta da Ciro “bijou” Castaldi e l’altra degli spaghetti, vinta dal fratello Luigi, dei veri piranias! Seguitissima, anche la esibizione del grande artista napoletano Giorgio nel suo Coccobello Show, con canzoni di successo rielaborate per le sue simpatiche gags con  personaggi allegri con il classico humor napoletano.Tutta la serata è stata presentata dal nostro grande artista Gaetano Maschio, che come sempre profonde tante energie, affinchè i suoi spettacoli abbiano un grande successo di critica e di pubblico. In tante circostanze, lo sappiamo, non è facile mettere d’accordo gli uni e gli altri e spesso non vanno di pari passo, ma con lui in scena, fanno un’eccezione, riuscendo nell’impresa ardua, di accontentare tutti i palati. Io mi sono divertito un mondo, ed insieme a me tantissima gente, che malgrado la temperatura non proprio primaverile, ha voluto esserci e non ha fatto mancare il suo calore e la sua intensa partecipazione. Fortunatamente, grazie anche a gente come Luigi Monichetti, Bartolo Regine, Franco Mattera, Vincenzo Magnanimo, Giuseppe Giamminelli e tantissimi altri che DSC_0227.JPGriempirebbero la pagina, sono sicuro che il Carnevale di Monterone-Forio durerà ancora per tanti anni, augurandomi, come dicevo pocanzi, che riesca a coinvolgere l’intera Isola, sognando una grande sfilata di carri allegorici che si facessero un bel giro dell’Isola, come tanti anni fa avvenne per il Carro “Bacco” impersonato dal grande Timbò ed ideato da Aldo Pagliacci, il grande pittore, che bello!

A proposito dell'autore

Gerardo Calise Gerardo Calise