Premio Ischia di Architettura

[lang_it]

La splendida Torre di Michelangelo ad Ischia, nella baia di Cartaromana, è stata la cornice per la serata img_2945.jpginaugurale del “Premio Ischia di Architettura” e del Premio “I Corti di Architettura”, manifestazione organizzata da ANGiA (Associazione Nazionale Giovani Architetti e PPC), dall’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori di Napoli e Provincia e dalla Scuola del Cinema di Roma.

Sabato 20 Settembre una giuria di esperti ha giudicato opere realizzate da architetti under 40 nel campo della ricezione turistica, del fitness/benessere (alberghi, terme, SPA, parchi termali, agriturismi); in concorso anche cortometraggi, diretti da giovani filmaker, sul tema della comunicazione dello spazio e dell’architettura.[/lang_it][lang_it]

I progetti e i corti resteranno in mostra nella Torre fino al 5 Ottobre 2008.

“Lo scopo del premio è evidenziare il ruolo e la responsabilità che l’architettura assume nel processo di trasformazione del paesaggio” dice Paolo Pisciotta Presidente dall’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori di Napoli e Provincia, “compito dell’architetto è di restituire l’inscindibilità tra “qualità della vita” e “qualità dell’architettura”, ma compito delle istituzioni è valorizzare l’architettura come veicolo di sviluppo”.

Alessia Guarnaccia, Presidente dell’ANGiA sostiene che “l’architettura non è solo edilizia, ma è progetto dei pieni, dei vuoti, delle connessioni, l’architettura genera relazioni sociali, economiche, culturali, produce paesaggio attivo anzi “interattivo“, è una risorsa perchè genera economia ed è strumento di costruzione delle politiche di sviluppo per cui bisogna utilizzarla come tale”

Gli organizzatori sottolineano che volutamente il premio è stato rivolto ad opere realizzate, talaltro in un settore specifico come quello del turismo, da giovani professionisti a sottolineare soprattutto come oggi sono ancora troppo pochi questi interventi.

“I feroci abusi perpetrati a danno del paesaggio possono essere attenuati da un’inversione di tendenza, accompagnata da una rivoluzione culturale che consideri, quale punto di partenza, le dimensioni della sostenibilità per uno sviluppo del territorio compatibile con l’ambiente” dice il giovane architetto Giovannangelo de Angelis ideatore e regista dell’evento, insieme con Alessia Guarnaccia e Paolo Pisciotta, che ha coordinato il gruppo organizzatore (Daniela Marino, Lucia Regine, Morena Miglio, Rita D’Eustacchio, Lisa Vitale, Sara Castagna, Simone Verde e Roberta Inarta) formato da giovani professionisti.

Il progetto è stato patrocinato dal Senato della Repubblica, dal Consiglio Nazionale degli Architetti e PPC, dai Comuni dell’isola d’Ischia e sostenuto dalle aziende: REGINE SNC (materiali idraulici; pavimenti e rivestimenti); IMPERATORE TRAVEL tour operator; ECONOM FERRO lavori in ferro, infissi; LAURO GROUP; ADLI – Associazione dei Datori di Lavoro – Ischia; IL GATTOPARDO HOTEL TERME & BEAUTY FARM; LA CERAMICA ANTICA; ARCA COSTRUZIONI; TAL ILLUMINAZIONE; PARCO TERMALE NEGOMBO; CEVI CERAMICA VIETRESE.

Varie sono state le sezioni del “Premio Ischia di Architettura” e i vincitori.

Il Premio alla carriera è andato ad Orazio La Monaca, architetto siciliano che opera nel trapanese ed ha al suo attivo numerosi alberghi progettati e realizzati.

Il Primo Posto del Premio ANGiA è stato “Lido Metropolitano. Ampliamento di un centro sportivo: ristorante-reception, piscina scoperta e relativi servizi” realizzato da Anna Chiara Morandi e Paolo Citterio, uno studio di professionisti di Saronno (VA)

Il Secondo Posto del Premio ANGiA è andato al progetto ” Energia della bellezza” di Federico Verderosa, Nicola Zarra, e Rocco Lettieri; mentre il

Terzo Posto è stato assegnato a “Recupero materiale e intellettuale di un epoca in un albergo a Capri” di Massimo Esposito, Elisa Buiano e Giapaolo Grumelli.

Il Primo Posto del Premio Zollinger è andato all’albergo” Villa Carolina” a Forio d’Ischia, realizzato da Francesco Felice Bonfantino, Rossella Traversari, Antonio De Martino (studio Gnosis Architettura). Il Secondo Posto, invece è andato al progetto” AK047 ” di Tiziana Maria Giovanna Monti, e il Terzo al lavoro di Andrea Mattera ” Mediterraneo”.

Il Primo Posto del Premio ANAB è stato conquistato dalla realizzazione di un fitness e beauty center in Lioni, realizzato da Federico Verderosa, Nicola Zarra, Rocco Lettieri (studio VZL +)

Il Primo Posto del Premio Corti di Architettura è stato vinto dal cortometraggio “Supersantos” di Armando Minopoli; il Secondo classificato è stato ” La casa del fascio” di Nicolangelo Gelormini. Mentre il Terzo Posto è stato dato a due cortometraggi, ” Marcia al supplizio” di Diana Verde e l’altro “Città globale” di Yasmin Sarah Mewour.

La premiazione è stata preceduta da una tavola rotonda dal titolo Architettura-Turismo-Cinema moderata dalla giornalista Paola Zanoni,

Al vivace confronto sono intervenuti: l’Onorevole Salvatore Lauro (Presidente Consorzio Arcipelago Campano), Arch. Raffaele Sirica (Presidente Consiglio Nazionale Architetti), Arch. Luigi Prestinenza Puglisi (Critico di Architettura), Arch. Giancarlo Allen (Associazione Nazionale Architettura Biologica), Prof. Benedetto Gravagnuolo (Preside Facoltà Architettura Napoli), Arch. Giovanni Polazzi (Studio Archea), Ermanno Mennella (Presidente Associazione Albergatori Ischia), Renato De Rienzo (Scuola di Cinema di Roma), Arch. Paolo Pisciotta (Presidente Ordine Architetti Napoli), Arch. Alessia Guarnaccia (Presidente Associazione Nazionale Giovani Architetti).

[/lang_it]

A proposito dell'autore

Redazione Ischia.it Il portale dell'Isola d'Ischia